Registro dei Marchi storici a tutela del Made in Italy durante la ripartenza

I nostri professionisti analizzano i vantaggi e gli svantaggi della registrazione del marchio da parte delle imprese locali nel Registro dei Marchi storici di interesse nazionale a salvaguardia del Made in Italy in un articolo pubblicato da IPSOA Quotidiano.

In un momento di insicurezza economica, dovuta alle restrizioni applicate in seguito all’emergenza sanitaria, gli esponenti del settore produttivo e manifatturiero reclamano la necessità di riaffermare e soprattutto tutelare sul mercato nazionale ed internazionale la qualità e il know how tipico del Made in Italy.

A sostegno delle imprese in tal senso, lo scorso 27 febbraio il Ministero dello
Sviluppo Economico ha reso operativo il Registro Speciale dei Marchi storici di interesse nazionale, strumento finalizzato a tutelare la proprietà industriale delle aziende storiche italiane, le eccellenze e il Made in Italy.

Analizzando le procedure e gli obblighi conseguenti alla registrazione del proprio marchio all’interno del suddetto Registro, si evidenzia tuttavia un maggior carico burocratico a svantaggio delle imprese. Sarebbe pertanto opportuno un intervento del Legislatore per ridurre gli oneri dei richiedenti.