La Fase 2 in Regione Lombardia

Con l’ordinanza regionale n. 547 del 17 maggio 2020, la Regione Lombardia ha adottato specifiche misure urgenti atte contrastare e contenere il diffondersi del virus nella Regione italiana più colpita. Dal documento emerge l’intenzione della Lombardia di porre la massima attenzione sul contenimento del contagio, specificando che con riferimento alle attività economiche la riapertura, nel rispetto di idonee misure organizzative, è di natura sperimentale.

Le attività commerciali, artigianali e di servizi elencate nell’ordinanza possono essere esercitate nel rispetto delle linee guida approvate dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome in data 15 maggio 2020.

Nel rispetto di queste linee guida sono consentite le seguenti attività:

  • strutture ricettive all’aria aperta
  • rifugi alpini
  • guide turistiche
  • parchi faunistici
  • professioni della montagna
  • attività toelettatura degli animali di compagnia.

 

Rimane salvo il diritto di accedere ai locali delle attività ancora chiuse per svolgere attività di manutenzione, pulizia, sanificazione nonché la gestione di forniture a l’attività di vigilanza.

Le linee guida ricordano che in Lombardia l’utilizzo della mascherina o di qualunque indumento idoneo a coprire naso e bocca, unitamente alla disinfezione delle mani, è obbligatorio tutte le volte in cui ci si rechi fuori dall’abitazione. Restano esclusi i bambini di età inferiore a sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i loro accompagnatori.

La distanza di sicurezza interpersonale per le attività sociali esterne deve essere di almeno un metro.

Salvo l’obbligo di rispettare il distanziamento sociale, l’utilizzo dei predetti dispositivi di protezione non è obbligatorio durante lo svolgimento di attività sportiva intensa.

 

Le disposizioni dell’ordinanza sono valide dal 18 maggio al 31 maggio 2020, fermo restando la possibilità di stabilire norme più stringenti qualora il monitoraggio quotidiano circa la diffusione del virus manifesti segnali critici.

Approfondimenti sulla Fase 2 nella Regione Lombardia e linee di indirizzo della regione per la riapertura delle attività economiche e produttive nella circolare allegata.